Il 18, 19 febbraio il gruppo  “Amici del teatro di Monticello” era a Seregno a portare in scena la nuova commedia

Parcheggio a pagamento

un appuntamento importantissimo ormai in calendario da più di 15 anni. Il ricavato sarà devoluto in beneficienza alla “Associazione luce e vita” per la ricerca e la cura contro le leucemie e le malattie onco-ematologiche. Lo spettacolo è in ricordo di Roberta e Raffaella

parcheggio-a-pagamento-seregno

 

Non poteva mancare l’ormai storico appuntamento con Seregno, le due serate di divertimento e solidarietà per ricordare Roberta e Raffaella.

Tutti presenti a Seregno il 20 e 21 febbraio per la replica di

Agenzia Funebre 
www.scampamorte.com

Il ricavato andrà all’associazione “Luce e vita”

locandina seregno

Nel tour non poteva mancare il consueto appuntamento con Seregno per l’associazione “Luce e vita“.

La compagnia Amici del teatro di Monticello sarà presente con la commedia:

LA ME TUSA LA SPUSA UN TERON

Vi aspettiamo venerdì 10 aprile e sabato 11 aprile presso il teatro S.Ambrogio di Seregno

lil_locandina_seregno_2015

Anche quest’anno gli Amici del teatro Monticello sono a Seregno con due repliche di

” Non sparate Sul postino!”

Sabato 15 marzo e Domenica 16 marzo.
Con queste repliche la compagnia a Seregno per l’associazione “Luce e Vita” ha messo in scena 10 commedie , è ormai cinque anno che collabora.

Ci auguriamo che anche quest’anno il pubblico sia generoso e entusiasta come sempre

Vi aspettiamo non potete mancare

TeatroSeregno2014

TeatroSeregno luce e vitaSeregno 10 – 11 marzo 2012 due serate  per “Luce e Vita”

Tutto era pronto per lo spettacolo di Seregno del sabato sera, allestito dalla Compagnia “Amici del Teatro” di Monticello.
Mancava solo poco piu’ di un’ora all’inizio, quando arriva un attore con la faccia da “cadavere” e ci comunica che non sa se riuscirà’ a recitare: mal di pancia e febbre lo hanno debilitato a tal punto da non riuscire quasi a reggersi in piedi.
E non e’ finita! Si raddoppia!
Il nostro regista (che ha anche un ruolo nella commedia) non riesce a staccarsi dal calorifero perché’ ha i brividi dovuti  a febbre alta.
Voi pensate che sia tutto qui? No, anche un’attrice ha febbre, tosse e mal di gola. Che fare? The show must go on!
E cosi’ siamo arrivati alla fine della serata con 4 cadaveri previsti dalla commedia, piu’ 3 “quasi cadaveri” che, pero’, eroicamente, hanno contribuito alla riuscita della serata.
Ma la domenica sera si doveva replicare. Che fare?
Fortunatamente un amico volonteroso ha studiato tutta la domenica pomeriggio, riuscendo a sostituire l’attore piu’ “ammalato” nella parte del maggiordomo.
E così, tra mal di pancia e febbre, siamo arrivati alla fine della seconda serata a Seregno per “Luce e Vita”.
E’ calato il sipario e… un altro successo!

Il ricavato della serata è stato devoluto all’associazione “Luce e Vita